Uscire da soli alla sera: un quarto degli italiani ha paura
I dati del'Istat sulle insicurezze dei cittadini. Meno della metà (44%) dichiara di sentirsi tranquilli per strada al buio

Il 27,6% degli italiani con più di 14 anni dice di sentirsi poco o per niente sicuro a camminare per strada quando è buio ed è solo nella zona in cui vive (il 7,5% per niente), il 44,7% abbastanza sicuro e il 15,9% molto sicuro. L'11,8%, invece, dichiara di non uscire mai di casa di sera, né da solo né in compagnia. Inoltre, al 23% dei cittadini capita, sempre o talvolta, di non uscire di sera per paura. Lo rende noto l'Istat. Le considerazioni circa la sicurezza percepita appaiono critiche anche quando si valuta l'influenza della criminalità sulle abitudini di vita, che condiziona (molto o abbastanza) il 38,2% dei cittadini. Che il sentimento di paura sia diffuso è confermato anche dal dato relativo a coloro che non si sentono sicuri quando sono soli perfino all'interno della loro abitazione (14,8%). Anche in questo caso l'insicurezza è maggiore tra le donne (19,5% a fronte del 9,6% tra gli uomini), soprattutto anziane (28,8% tra le over 75).

Il senso di insicurezza delle donne supera di gran lunga quello degli uomini e ciò vale per tutti gli aspetti considerati: è quasi doppio per la paura di uscire da sole di sera (35,3% di donne contro il 19,3% degli uomini) ed è quadrupla la quota di donne che non esce di sera per paura (rispettivamente 36,6% contro 8,5% degli uomini). Le donne sono anche maggiormente influenzate dalla paura delle criminalità (46,2% contro il 29,4% degli uomini).

Molti italiani sono preoccupati di poter subire un furto nell'abitazione (60,2%), uno scippo o un borseggio (41,9%), di essere vittima di un'aggressione o una rapina (40,5%), di subire il furto dell'auto (37%) o temono (per sé o per i propri familiari) di essere vittima di una qualche forma di violenza sessuale (28,7%).. Il dato, che fa riferimento agli anni 2015-2016, rispetto alla precedente rilevazione sugli anni 2008-2009, mostra che è in calo la quota di coloro che si dichiarano molto o abbastanza preoccupati di subire un furto d'auto (-6,7 punti percentuali), lo scippo o il borseggio (-6,3 punti percentuali), l'aggressione o la rapina (-7,1) e soprattutto una violenza sessuale (-14). Unica eccezione la paura di essere vittima di un furto in abitazione (+0,9 punti percentuali).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata