Ultimo saluto a Villaggio. Grillo: Fantozzi non ci avrebbe votato
Aperta la camera ardente dell'attore in Campidoglio. Il figlio: "A mio padre ultimamente piacevano i 5 stelle"

Aperta la camera ardente di Paolo Villaggio in Campidoglio. Alle 18.30 avrà luogo una commemorazione in ricordo del grande attore presso il Teatro all'aperto Ettore Scola della Casa del Cinema. Alle 21.30 la Casa del Cinema proietterà inoltre il film 'Fantozzi' di Luciano Salce (1976), preceduto da un contributo video dello stesso Villaggio.

"Tutto questo gli sarebbe piaciuto, ne sarebbe stato felicissimo", dice ai cronisti il figlio Pierfrancesco. "Lui mi ha sempre detto: la vera sfortuna sarebbe morire durante i mondiali perché non mi si fila nessuno", aggiunge.

LEGGI ANCHE Grillo e Casaleggio a camera ardente di Villaggio. Il figlio: Confido in voi

"Con Paolo abbiamo fatto 18 film insieme in 20 anni. Ci siamo frequentati solo per lavoro, forse è per questo che abbiamo lavorato insieme per tanto tempo. A cena saremo andati due volte", il ricordo del regista Neri Parenti.

"Con Paolo - racconta invece Enrico Montesano - ho fatto un film 'il Volpone' era sempre ironico mai banale ci vorrebbero degli uomini soprattutto nei posti di comando. Lo avrei voluto come fratello maggiore, glielo ho detto spesso", racconta. 

Presente anche il ministro Franceschini. "Era un grande intellettuale, ci sono comici che ci fanno ridere ed altri come lui che entrano nelle nostre vite".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata