Udine, racket protesi acustiche, 6 arresti

Udine, 16 nov. (LaPresse) - I carabinieri del Nas di Udine stanno eseguendo 6 ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di 3 medici pubblici e 3 imprenditori operanti nel campo dei dispositivi medici. I 6 arrestati sono accusati di corruzione e comparaggio, avendo indotto centinaia di pazienti ad usufruire di specifiche ditte per l'acquisto di protesi acustiche, dietro compensi in denaro ed altri benefici che gli imprenditori versavano ai medici. Nell'inchiesta figurano indagate altre 4 persone tra medici ed imprenditori. Sono in corso anche 38 perquisizioni locali e personali in 10 provincie del Nord-Est (Udine, Trieste, Pordenone, Gorizia, Treviso, Padova, Venezia, Vicenza, Rovigo e Belluno), con l'impiego di oltre 150 uomini del Nas e dei reparti territoriali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata