Twitter allarme su cyberattacchi sponsorizzati da stati

Torino, 14 dic. (LaPresse) - Il sito di microbloggin Twitter ha rilasciato il suo primo avvertimento circa un possibile attacco cibernetico da parte di attori sponsorizzati da stati. A riguardo Twitter ha detto che aumenterà l'esame di eventuali violazioni della sicurezza.

L'allarme evidenzia, come sottolinea il Financial Times trai primi a diffondere la notizia, la crescente preoccupazione per l'attività di hackeraggio sostenuta dai governi stranieri, dopo un anno in cui gli attacchi informatici di alto profilo sono aumentati. E' la prima volta che Twitter lancia un simile allarme, anche se la stessa cosa era stata fatta da Facebook e Google. A essere preso di mira sarebbe stato "un piccolo gruppo di account", secondo quanto riferisce Twitter che non fornisce ulteriori informazioi sui possibili autori.

IL PRECEDENTE DI FACEBOOK. L'altro grande social, Facebook, aveva già avvisato lo scorso settembre. Una nuova opzione che permetteva l'invio di notifica agli utenti vittime di tentativi d'intromissione collegati ad agenzie di sicurezza nazionali. Risulta difficile stimare quanto spesso si verificano questi tipi incidenti, anche se il solo fatto che Facebook abbia avvertito gli utenti su tali tentativi suggerisce che non sono infrequenti.

"Anche se abbiamo sempre preso misure per proteggere gli account che riteniamo essere stati compromessi, abbiamo deciso di mostrare questo avviso aggiuntivo se abbiamo un forte sospetto che un attacco potrebbe essere sponsorizzato dal governo" così aveva scritto sul suo blog Alex Stamos, responsabile capo della sicurezza di Facebook. "Facciamo questo perché questi tipi di attacchi tendono ad essere più avanzato e pericoloso di altri, e noi incoraggiamo fortemente le persone colpite a prendere le azioni necessarie per garantire tutti i loro account" aveva aggiunto Stamos.

Quando Facebook ha una forte evidenza che un governo sta invadendo account di Facebook di un utente, la società invia dunque un avvertimento specifico. Stamos aveva aggiunto che Facebook probabilmente non sarà in grado di fornire alcuna spiegazione ulteriore del perché si pensa che l'account sia stato preso di mira".

Alla ricezione dell'avviso è necessario abilitare la funzione, in realtà già presenta, dell'Approvazione degli accessi, che consente di farsi notificare ogni tentativo di accesso da altri dispositivi che non siano quelli utilizzati solitamente. Nell'ultimo rapporto di trasparenza di Facebook a partire da novembre 2014, l'azienda aveva rivelato che le richieste del governo per i dati utente di Facebook nel primo semestre del 2014 erano aumentate del 24% a partire dalla seconda metà del 2013.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata