Turchia, italiano scomparso a Istanbul da due settimane: Farnesina segue caso
Originario di Soncino, nel cremonese, era partito dall'aeroporto di Linate

Il consolato generale di Istanbul in stretto raccordo con la Farnesina e in costante contatto con le autorità locali e con i familiari segue con la massima attenzione il caso di Alessandro Fiori di cui è stata denunciata la scomparsa nella capitale turca da un paio di settimane. Lo rende noto la Farnesina.

La persona scomparsa è di Soncino, nel cremonese, ed era partito dall'aeroporto di Linate alla volta di Istanbul. La Provincia di Cremona, sul suo sito web, riferisce che alla versione turca del programma Chi l'ha Visto? "testimoni riferiscono" che avrebbero "avvistato il 33enne all'hotel Sultanhamet e poi su un taxi che l'avrebbe portato a fare un giro turistico in centro. Nella sua camera d'albergo trovate tutte le valigie e i vestiti. Il portafogli vuoto, i documenti e il telefono scarico rinvenuti in un cestino". "Obitori e ospedali non l'hanno registrato. Le telecamere l'hanno ripreso mercoledì 14, di pomeriggio, in due locali. Il suo conto in banca risulta vuoto", si legge sempre sul sito del giornale la Provincia di Cremona.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata