Trovati morti due militari dispersi sul Gran Sasso

Roma, 15 nov. (LaPresse) - Sono stati trovati morti i due militari pugliesi di 26 e 28 anni, scomparsi ieri sul Gran Sasso. I corpi sono stati recuperati dall'elicottero del 118, a bordo del quale si trovava il medico del soccorso alpino, che ne ha accertato la morte. I due (il 28enne originario di Bari e il 26enne di Lecce) erano usciti nella mattinata di ieri per un'escursione sulla vetta di Corno Grande, ma non sono rientrati in caserma. Un amico, non vedendoli tornare, ha raggiunto la partenza della funivia e lì ha trovato l'auto dei colleghi e ha quindi dato l'allarme.

Non riuscendo a mettersi in contatto telefonico con i due ragazzi, le squadre del soccorso alpino hanno avviato le ricerche. Nei soccorsi sono stati impegnati anche la guardia di finanza e la forestale. Secondo la ricostruzione fatta dai soccorritori i due, che non indossavano i ramponi, sarebbero scivolati a causa della neve, precipitando per circa 200 metri. I loro copri, che non erano vicinissimi, sono stati trovati in località Conca degli Invalidi.

Si chiamano Giovanni De Giorgi, 26 anni, di Galatone (Lecce) e Massimiliano Cassa, 28 anni, di Corato (Bari), i due escursionisti morti sul Gran Sasso. Forse a disorientare i due alpini è stata la nebbia in quota che non gli avrebbe permesso di rientrare a Campo Imperatore da dove erano partiti ieri mattina. I due ragazzi pugliesi erano entrambi caporal maggiore in servizio attivo nel 9/o reggimento della caserma Alpini dell'Aquila, addestrati ed esperti escursionisti. Non si riesce, infatti, ancora a capire cosa sia successo durante la passeggiata che i due militari avevano deciso di fare nel tempo libero dal servizio. Entrambi sono scivolati sul ghiaccio e finiti a circa 2100 metri di quota. I familiari hanno raggiunto L'Aquila in nottata, ma le operazioni di recupero delle salme si sono rivelate molto complesse. Il forte vento ha impedito l'uso del verricello calato dall'elicottero del 118. Entrambi avevano partecipato a missioni in Afghanistan.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata