Tromba d'aria sull'Ilva di Taranto: 22 feriti, un disperso

Taranto, 28 nov. (LaPresse) - Una tromba d'aria si è abbattuta sull'Ilva di Taranto attorno alle 10.30. Al momento si contano 22 feriti, di cui due più gravi trasportati in ospedale e 20 curati nell'infermeria aziendale. Un dipendente dell'Ilva, che si trovava alla guida di una gru caduta in mare, risulta disperso e l'azienda comunica in una nota che sono in corso le ricerche a cura dei sommozzatori di Bari. Secondo fonti sindacali, però, i dispersi potrebbero essere in tutto tre. La zona dell'impianto ha subito danni e crolli. I lavoratori dello stabilimento sono stati raggruppati nei punti di sicurezza e poi sono stati portati alle uscite. Crollato un camino, si vedono delle fiamme provenire dall'interno dell'impianto, ma stando a quanto riporta l'azienda sarebbero sfoghi di sicurezza. I camion all'esterno della struttura si sono ribaltati. Sul posto operano i vigili del fuoco che stanno estraendo i feriti da sotto le macerie. Anche una macchina dei carabinieri, che sorvegliava l'impianto, è stata schiacciata dai detriti sollevati dal venti, a bordo c'era un agente che sarebbe rimasto lievemente ferito. Le prime immagini televisive, trasmesse da Tele Norba fanno vedere uno scenario apocalittico. Decine di pali e strutture in lamiera sono sparse per tutta l'area. Un impianto di illuminazione è piegato e forse potrebbe crollare. Un pullman sulla strada è stato completamente distrutto, per fortuna era vuoto, ferito solo al volto l'autista dalle schegge dei finestrini. Ferito anche l'autista di un altro pulmino che si è capovolto. Chiusa una corsia della statale 7 che attraversa l'area dell'Ilva.

La tromba d'aria che ha colpito la zona di Taranto si è abbattuta anche su una scuola media di Statte, la Leonardo Da Vinci: sei bambini sono stati portati in ospedale ma nessuno è in gravi condizioni. Lo riferisce l'assessore alla protezione civile della Puglia Fabiano Amati, spiegando che in tutto sono state portate in ospedale nella zona di Taranto a causa del maltempo 20 persone: le loro condizioni non destano preoccupazione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata