Trieste, scoperto traffico di cuccioli

Trieste, 16 feb. (LaPresse) - Cuccioli stipati in pochissimo spazio, maltrattati e malati. E' questo il 'carico' particolare scoperto in un furgone che la guardia di finanza di Trieste, nella notte tra lunedì e martedì, ha fermato in autostrada A4, nei pressi di Palmanova (Udine). Tutti cagnolini di razze di pregio come Chihuahua, Pinceer, Yorkshire terrier, Alani, San Bernardo, Spitz, Cavalier king, Husky, Labrador e Akita inu, provenienti dall'Ungheria. Gli animali erano trasportati in violazione delle vigenti disposizioni nazionali e comunitarie, sia perchè versavano in precarie condizioni di salute, sia perchè erano coperti da documenti di identificazione e trasporto artefatti tali da non legittimarne il commercio internazionale. I militari hanno richiesto l'intervento del servizio veterinario di Udine, i cui medici hanno verificato la stato di affaticamento degli animali ed hanno poi affidato in custodia i cani a diverse strutture del Friuli Venezia Giulia. I due uomini responsabili del trasporto, di nazionalità italiana e diretti in una regione del Sud Italia, sono stati denunciati a piede libero alla procura della Repubblica di Udine per maltrattamento e abbandono di animali, nonché falso materiale. Rischiano per il solo maltrattamento una multa tra i 3.000 e i 15.000 euro, oltre alla reclusione ha tra mesi a un anno. Gli animali sequestrati qualora immessi sul mercato avrebbero avuto un valore di circa 300mila euro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata