Tribunale di Palermo assolve due scafisti: erano stati costretti a farlo
L'accusa aveva chiesto l'ergastolo

Il giudice di Palermo Gigi Omar Modica ha assolto due scafisti arrestati con l'accusa di traffico di esseri umani perchè sarebbero stati costretti con le armi da dei trafficanti libici a condurre un gommone carico di migranti verso le sponde italiane. I due assolti, che ora devono essere scarcerati, si chiamano Jammeh Sulieman e Dampha Bakary, rispettivamente provenienti dal Senegal e dal Gambia. I due erano stati accusati di traffico di esseri umani e omicidio, dopo che 12 persone sono morte durante il loro tentativo di traversata del luglio 2015, conclusosi in tragedia perchè il gommone sul quale si trovavano aveva iniziato a imbarcare acqua. L'accusa aveva chiesto l'ergastolo per i due scafisti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata