Trentino, Repetti: Basta caccia agli orsi, intervenga ministro Galletti

Roma, 19 lug. (LaPresse) - Basta caccia all'orso, l'appello viene dalla senatrice Manuela Repetti: "È per me motivo di rammarico che amo il Trentino e la civiltà di un popolo che trae la sua forza e la sua nobiltà dalle ricchezze naturali, constatare ancora una volta il modo in cui viene affrontato, in primis dal Presidente della provincia Rossi, il problema della convivenza con gli orsi".

"Se si dovesse scatenare ancora una volta l'indegna, illegale caccia all'orso ciò sarebbe inaccettabile e il ministro dell'ambiente Galletti non potrebbe esimersi dall'intervento con determinazione", ha aggiunto.

"Come è possibile che in Trentino rappresentanti delle istituzioni non comprendano che un ordinato sviluppo del turismo - afferma ancora la senatrice - trae forza anche dal rispetto della vita degli orsi e dalla pacifica convivenza con essi? Non dobbiamo dimenticare che gli orsi sono stati reintrodotti in Trentino proprio dall'uomo che ora, per incapacità educativa, vuole liberarsene come un gioco che non funziona più. È l'ignoranza dell'uomo che non fa funzionare la convivenza con una fauna che non può essere addomesticata come un cagnolino e che va rispettata nel suo ambiente naturale. In molti territori americani gli orsi convivono con l'uomo senza incidenti perché lì l'uomo è educato a rispettare la fauna e i loro spazi. È l'uomo multato se viola certe regole, non l'orso cacciato. La verità è che nel nostro paese c'è ancora molta intolleranza che nasce dall'ignoranza. È dunque necessario non lasciare spazio alle voci dell'ignoranza e educare, al contrario, ai valori del rispetto degli altri, dell'ambiente e di ogni forma di vita".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata