Tre anni, dimenticato nello scuolabus. I genitori denunciano

E' accaduto ieri ad Arezzo. Era rimasto legato al sedile, solo e in lacrime. Sotto procedimento l'autista e un'accompagnatrice

I genitori del bambino di 3 anni che ieri, a San Giovanni Valdarno (Arezzo), è stato dimenticato e lasciato solo per circa sei ore all'interno dello scuolabus che doveva portarlo alla scuola materna, parcheggiato invece dall'autista in un deposito, presenteranno una denuncia sull'accaduto. L'allarme, riferiscono oggi le cronache locali, è scattato intorno alle 15 quando la mamma è andata alla scuola materna 'Rosai Caiani' per riprendere il figlio. In breve tempo i carabinieri hanno ritrovato il bimbo: era ancora sul pullman, seduto sul sedile e con la cintura di sicurezza allacciata. Il piccolo, impaurito e in lacrime, è stato portato in ospedale per gli accertamenti, dove le sue condizioni sono state trovate buone dai medici. 

Sul pullmino, un mezzo delle Autolinee Toscane, che svolge il servizio di trasporto scuolabus in convenzione per il Comune di San Giovanni Valdarno, c'era oltre l'autista anche un'accompagnatrice di una cooperativa: entrambi però non si sono accorti che il bimbo era rimasto seduto sul mezzo. L'accompagnatrice è stata sospesa e Autolinee Toscane ha avviato un'indagine interna per verificare le responsabilità dell'autista. "Il Comune è parte lesa e farà di tutto per chiarire i contorni della vicenda", ha detto il sindaco di San Giovanni Valdarno, Maurizio Viligiardi, dichiarandosi "sconvolto" dalla vicenda.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata