Tratta di esseri umani e prostituzione a Napoli
La polizia di Stato di Napoli ha arrestato 4 persone, un italiano e 3 nigeriani, per associazione a delinquere transnazionale, tratta di esseri umani, riduzione in schiavitù e sfruttamento della prostituzione. Al centro della rete di trafficanti ci sarebbe una 30enne nigeriana, nota come 'Mommy', che vive in un appartamento a Giugliano, nel Napoletano, insieme ad alcune connazionali, che lei stessa ha fatto giungere direttamente dalla Nigeria e che fa prostituire. Con lei vive anche il suo fidanzato, di 29 anni, che collabora nella gestione delle ragazze. In manette sono finiti un tassista che accompagnava e andava a riprendere sul posto di lavoro le ragazze, e il fratello della 'Mommy', che teneva i contatti con i trafficanti, ancora non identificati, che dalla Nigeria e dalla Libia organizzavano i 'viaggi della speranza'.