Tragedia ad Ancora, Sfera Ebbasta: "Sono addolorato, stupido usare spay urticante in discoteca"

Il rapper su Instagram manda un messaggio di cordoglio alle famiglie delle sei persone che hanno perso la vita durante il suo concerto a Corinaldo

Erano tutti lì per lui, Sfera Ebbasta, il trapper già disco di platino amatissimo dai giovani. In tanti, troppi per la capienza della sala: poteva ospitare massimo 469 persone ma i biglietti venduti sono stati 1300. E il concerto nella discoteca 'Lanterna Azzurra' di Corinaldo, in provincia di Ancona, è finito in tragedia.

Sei le vite spezzate, cinque adolescenti e una mamma di 39 anni, inghiottiti da una calca infernale. A scatenare il panico sarebbe stato dello spray urticante spruzzato all'interno del locale. Non è la prima volta: era già successo a Senigallia e a Torino, senza però fare vittime. "Sono profondamente addolorato per quello che è successo", scrive su Instagram il musicista, che in segno di rispetto per le vittime e i loro famigliari ha annullato "tutti gli impegni promozionali e gli instore dei prossimi giorni".

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da $€ (@sferaebbasta) in data:

A partire dalla data di sabato 8 con l'amico e collega Gemitaiz al Vox di Nonantola, nel Modenese, rimandata a data da destinarsi. L'artista, vero nome Gionata Boschetti, con oltre un milione e 500mila follower su Instagram, è uno dei recenti fenomeni musicali. Cresciuto a Cinisello Balsamo, nell'hinterland di Milano, è stato il primo italiano ad aver fatto il record di 'plays' su Spotify. Occhiali stravaganti, capelli colorati, denti d'oro e tatuaggi, lo stile del 26enne di 'Ciny' non passa di certo inosservato.

Il 2017 per Sfera Ebbasta è stato l'anno della svolta verso il grande successo, e le partecipazioni agli Mtv Awards e ai Wind Music Awards lo hanno incoronano a star del trap, sottogenere dell'hip hop nato negli Usa nei primi anni 2000. Tra le ultime collaborazioni anche quella con Gué Pequeno al singolo 'Lamborghini'. 'Rockstar', uscito a gennaio 2018, si è aggiudicato il doppio disco di platino e il brano 'Cupido' (feat. Quavo) la classifica dei singoli.

"E' difficile trovare le parole giuste per esprimere il rammarico e il dolore di queste tragedie. Non voglio esprimere giudizi sui responsabili di tutto questo, vorrei solo che tutti quanti vi fermaste a pensare a quanto può essere pericoloso e stupido usare lo spray al peperoncino in una discoteca", dice Sfera Ebbasta in un post su Instagram, ringraziando "tutte le persone, le ambulanze e le forze dell'ordine che hanno prestato soccorso". E chiosa: "La musica dovrebbe essere uno strumento che unisce le persone, speriamo che lo diventi davvero"

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata