Traffico di droga tra Italia e Iran, tre arresti a Venezia

Venezia, 21 ott. (LaPresse) - Tre cittadini iraniani, tra cui un calciatore della nazionale di Teheran, Amou Lashgarian Hassan, sono stati arrestati dalla squadra mobile di Venezia con l'accusa di traffico internazionale di stupefacenti. I tre, secondo la ricostruzione fatta dagli agenti, portavano in Italia grandi quantità di shaboo, un particolare tipo di metanfetamina, acquistata in Iran, Olanda e Gran Bretagna. La droga, nota anche come cocaina sintetica, era destinata al mercato del Veneto e della Lombardia al prezzo di 400 euro al grammo. Nel corso dell'operazione, chiamata 'Tappeto volante', il calciatore iraniano era stato sorpreso all'aeroporto di Milano Malpensa con quasi 700 grammi di shaboo, nascosti nelle scarpe. In carcere sono finiti anche Aghajane Pooyan, 32 anni, domiciliato a Roma, ma formalmente residente ad Asti e Rahmani Moshaei Mahdi, 39 anni, residente a Favaro Veneto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata