Torino, ultimato ampliamento reumatologia a San Maurizio Canavese

Milano, 18 giu. (LaPresse) - Con un investimento di 1,5 milioni di euro in autofinanziamento, cioè senza contributi pubblici, la provincia lombardo-piemontese dell'Ordine Ospedaliero San Giovanni di Dio - Fatebenefratelli ha deciso di ampliare il reparto di medicina riabilitativa reumatologica dell'ospedale Beata Vergine della Consolata di San Maurizio Canavese (Torino) e procedere a una sostanziale riqualificazione. "Si tratta di un'impegno rilevante, ma indifferibile per continuare a dare un servizio di alta qualità, non solo al Torinese" spiega Paolo Socci, direttore della struttura che oggi dispone di 190 posti letto convenzionati e 10 in regime di Day Hospital. L'investimento ridisegnerà l'unità operativa, adeguando le stanze agli standard più avanzati, nel rispetto della normativa vigente. Questo presidio ospedaliero offre numerosi servizi sul fronte della riabilitazione, delle dipendenze e della cura delle malattie neurodegenerative, come l'Alzheimer. Presso l'ospedale torinese hanno sede anche due comunità psichiatriche. L'inaugurazione dei nuovi spazi, che costituirà anche un'occasione di confronto con la stampa e il pubblico, avverrà venerdì 20 giugno alle 10,30.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata