Torino, tragedia in carcere: agente uccide ispettore e si spara

Torino, 17 dic. (LaPresse) - Sparatoria questa mattina al carcere Lorusso e Cotugno di Torino. Un agente ha ucciso a colpi di pistola un collega ispettore e poi ha rivolto l'arma contro se stesso. L'uomo è stato trasportato in condizioni gravissime all'ospedale Amedeo di Savoia, dove è deceduto un'ora dopo il ricovero. La notizia è stata diffusa dal Sappe, il sindacato autonomo di polizia penitenziaria. La sparatoria è avvenuta all'interno del bar del carcere verso le 8. L'ispettore è morto subito mentre l'assistente capo, che ha fatto fuoco contro il collega, è stato soccorso ed è arrivato in condizioni disperate in ospedale. La vittima si chiamava Giampaolo Melis e aveva 52 anni. Era responsabile degli atti giudiziari. A sparare è stato Giuseppe Capitano, 47 anni. Secondo una prima ricostruzione di quanto accaduto i due agenti si sono incontrati al bar dell'istituto penitenziario prima di iniziare il turno. Capitano avrebbe detto all'ispettore: "Cosa mi state combinando, tu e il tuo capitano?" e poi ha fatto fuoco. Il 52enne è stato colpito all'addome e alla testa ed è morto sul colpo. L'assistente, invece, si è sparato alla gola e al cranio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata