Torino, tensione davanti al Politecnico. Corteo e slogan contro Renzi

Torino, 18 feb. (LaPresse) - Alcuni momenti di tensione si sono creati a Torino davanti alla sede del Politecnico, quando un gruppo di studenti e antagonisti ha improvvisato un corteo in corso Duca degli Abruzzi contro il presidente del Consiglio Matteo Renzi intervenuto per l'inaugurazione dell'anno accademico. Mentre il premier stava parlando all'interno della sede del polo universitario, i manifestanti hanno percorso alcune decine di metri marciando e accendendo fumogeni colorati. Sono state anche lanciate alcune uova contro le forze dell'ordine. Il gruppo ha provato ad avvicinarsi, anche provando a correre verso gli ingressi del Politecnico, ma non ci è riuscito. Anche quando il premier ha lasciato il Politecnico, il presidio è continuato ed è in corso tuttora. Un nutrito cordone di forze dell'ordine, formato da polizia e carabinieri in tenuta antisommossa, presidia tutti gli ingressi della struttura.

CORI E SLOGAN CONTRO IL PREMIER. Già nel primo pomeriggio i manifestanti - circa 300 tra Cgil, Cub, Cobas, No Tav e studenti ed esponenti dei centri sociali - avevano intonato cori e slogan contro il premier. "Renzi a Torino non ti vogliamo" uno degli slogan più gridati. "Sblocchiamo il nostro futuro e i nostri diritti blocchiamo Renzi" e "Il vostro profitto, il nostro sfruttamento" sono alcuni degli striscioni esibiti da universitari e antagonisti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata