Torino si ispira a Hollywood: nasce la 'Via delle Stelle'
Entro novembre le prime 20 stelle sotto la Mole Antonelliana

Nasce a Torino la Via delle Stelle, un progetto pensato per rendere omaggio al cinema e che parte dalla mozione presentata in Consiglio comunale da Dario Troiano. Un'iniziativa per celebrare registi, attori, sceneggiatori e altri professionisti del cinema che abbiano dato lustro alla città di Torino. La Via delle Stelle si troverà nel tratto pedonale di Via Montebello, tra via Verdi e via Gaudenzio Ferrari, davanti alla Mole Antonelliana, simbolo della città e sede del Museo Nazionale del Cinema. Entro novembre saranno apposte le prime 20 stelle fra cui ci saranno i nomi di  Michelangelo Antonioni, Audrey Hepburn, Erminio Macario, Marcello Mastroianni, Amedeo Nazzari, Gianni Rondolino, Ettore Scola, Raf Vallone. Gian Maria Volontè. Altre personalità della storia del cinema torinese si aggiungeranno a seguire. Le stelle, realizzate in resina con profili in ottone, avranno la forma di quelle del Guarini, a otto punte, di colore grigio su sfondo blu.

"Il cinema nato in questa città - precisa Piero Fassino, sindaco di Torino - dà lustro ai grandi protagonisti della settima arte dedicando loro il tratto pedonale di via Montebello, antistante la Mole Antonelliana, sede del Museo Nazionale del Cinema. Un progetto in divenire, ispirato dai consiglieri comunali sull'idea delle 'Walk of Fame' internazionali e dedicato alle stelle della celluloide che hanno segnato e che segneranno la storia della cultura cinematografica".

"L'iniziativa - sottolinea Alberto Barbera, direttore del Museo Nazionale del Cinema - rappresenta un modo efficace e coinvolgente per ricordare a tutti i torinesi e ai turisti che in misura crescente giungono a visitare la nostra città, il contributo tutt'altro che secondario da essa offerto allo sviluppo e all'affermazione del cinema. Quel cinema che oggi, ancora più di ieri, è una componente viva e vitale dello sviluppo culturale ed economico di Torino".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata