Torino, senzatetto: continua il presidio. Il Comune rifiuta ogni interlocuzione

L'avvocato Gianluca Vitale: "Servono soluzioni immediate"

"L'amministrazione cittadina ha rifiutato qualsiasi dialogo, non ha mai risposto. Abbiamo avuto interlocuzioni con la Questura e la Prefettura". A dirlo è l'avvocato Gianluca Vitale durante il presidio dei senzatetto davanti al Palazzo di Città a Torino, dopo la chiusura del sito temporaneo di piazza d'Armi. Decine le persone che dormono in tende e sacchi a pelo davanti al Municipio, si tratta di migranti ma anche di italiani, di persone malate o disabili. "Molte di queste persone sono senza cure e senza farmaci. Li visitiamo e cerchiamo da dare supporto" - spiega il dott. Paolo Narcisi. "Servono soluzioni immediate - aggiunge l'avvocato Vitale a margine della conferenza stampa organizzata stamane - c'è la possibilità di ospitarli temporaneamente negli ex Sprar oppure in immobili inutilizzati".