Torino, scoperta stanza segreta della droga: un arresto
Attraverso un tunnel rivestito da un armadio a muro si arriva in una serra casalinga per la coltivazione della cannabis

I carabinieri della Compagnia di Chivasso hanno arrestato, nei giorni scorsi, Antonio Petito, 28 anni, residente a Carmagnola, ritenuto responsabile di detenzione e produzione ai fini spaccio di sostanza stupefacenti e detenzione abusiva di armi.  A casa dell'uomo, i militari hanno scoperto una stanza segreta, il cui accesso era possibile solo attraverso un passaggio/tunnel rivestito  da un armadio a muro, trasformata in una serra casalinga per la coltivazione della cannabis.
I militari hanno sequestrato 47 kg di hashish, 2,2 kg di marijuana, 31 piante di marijuana, svariato materiale per la  produzione, coltivazione e il confezionamento dello stupefacente, una pistola  semiautomatica marca 'Bernardelli', calibro 6,35, carica.

 

L'attività ha permesso, inoltre,  di sequestrare 86.500 euro in contanti, un orologio Rolex, un braccialetto in oro Cartier, un orecchino color oro con coccinella, una catenina color oro marca Bulgari con ciondolo circolare, un braccialetto color acciaio marca Hermes, una collana color oro a trama spessa con ciondolo a farfalla, una collana color acciaio, una collana color acciaio con ciondolo a forma di coccinella e una Fiat 500 l, nella quale erano stati ricavati vari vani utilizzati per occultare e trasportare la droga. La compagna dell'uomo è stata denunciata per i medesimi reati.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata