Torino, la sindaca Appendino indagata per piazza San Carlo
La prima cittadina sarebbe iscritta sul registro degli indagati come 'atto d'ufficio'. Il Comune smentisce

"Non abbiamo ricevuto nulla, nessuna comunicazione dalla Procura. Smentiamo categoricamente". Risponde così Luca Pasquaretta, portavoce della sindaca di Torino, Chiara Appendino, alla notizia secondo cui la prima cittadina sarebbe iscritta nel registro degli indagati per gli incidenti accaduti in piazza San Carlo durante la notte del 3 giugno, che hanno provocato più di 1.500 feriti in occasione della finale di Champions. Si tratterebbe di un atto dovuto conseguente alle denunce fatte nei confronti della sindaca. Interpellato in merito, il procuratore Armando Spataro risponde: "Non confermo né smentisco".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata