Torino, esplode residuato bellico: 16enne perde la vista

Torino, 3 mar. (LaPresse) - Ha perso la vista Nicolas, uno dei tre ragazzi rimasti feriti nel pomeriggio di ieri nello scoppio di un ordigno della seconda guerra mondiale a Novalesa, in provincia di Torino. Il 16enne è stato operato questa mattina all'ospedale Oftalmico e secondo quanto riferiscono fonti ospedaliere, i danni agli occhi sono irreparabili. Il giovane nello scoppio dell'ordigno ha perso anche la mano destra e ieri sera è stato operato in microchirurgia. Sottoposti a intervento all'Oftalmico anche l'altro 16enne, Lorenzo, che ha una quindicina di schegge negli occhi e rischia di perdere la vista e che resterà ricoverato nel nosocomio, e il 19enne, che presenta una grossa scheggia all'occhio destro. Lui dopo l'operazione tornerà alle Molinette.

L'incidente è avvenuto ieri nel tardo pomeriggio, in località Geire del comune di Novalesa, in un campo agricolo. I giovani hanno cercato di aprire l'oggetto, ignari che si trattasse di una bomba, e sono stati colpiti in pieno dallo scoppio. Sul luogo dell'esplosione sono intervenuti i carabinieri di Susa, gli artificieri e i vigli del fuoco, che hanno isolato la zona per i rilievi e per verificare che non ci siano altri ordigni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata