Torino, droga a minorenni: 3 arresti e 10 denunce

Torino, 20 ott. (LaPresse) - Esasperati e preoccupati per il figlio 14enne, che fumava marijuana, lo hanno denunciato ai carabinieri, che hanno avviato un'indagine sullo spaccio ai minorenni tra Chieri e Moncalieri. La denuncia dei due genitori ha permesso ai militari di arrestare tre spacciatori e di denunciare altre dieci persone coinvolte, alcune delle quali minorenni. I carabinieri hanno così smantellato una rete specializzata nella vendita di stupefacenti davanti alle scuole, giardini e luoghi di aggregazione frequentati da studenti. Le indagini sono partite all'inizio del 2013.

Sono stati i genitori del 14enne a sospettare che il ragazzo fosse coinvolto in un traffico di droga.

I carabinieri hanno scoperto che il giovane era coinvolto in un giro di consumo e vendita di stupefacenti con altri coetanei e alcuni maggiorenni. Ovvero spacciava droga per conto di alcuni maggiorenni dai quali si riforniva. Un modo veloce per poter estinguere il suo debito per l'acquisto della marijuana. La rete di spacciatori individuata dai carabinieri era molto attiva tra Chieri e Moncalieri. I clienti ordinavano la droga via sms o al telefono. Sono decine le dosi di droga sequestrate. I carabinieri hanno individuato in S. M., 19 anni, di Chieri, il pusher di riferimento di numerosi studenti minorenni chieresi. Sono stati arrestati poi un commerciante 24enne di Nichelino, un 22enne di Moncalieri e un 24enne di Carignano. L'inchiesta prosegue per accertare eventuali altre responsabilità.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata