Torino, donna spara a creditore e tenta suicidio: è grave

Torino, 19 dic. (LaPresse) - Una donna ha sparato con un revolver di piccolo calibro a un suo creditore. In seguito si è rivolta la stessa arma alla pancia e si è sparata a casa sua, ferendosi. E' accaduto stamane a Giaveno, nel torinese. La donna, titolare di un bar, aveva problemi di debiti. L'uomo è stato colpito al braccio ma non gravemente, mentre la donna è grave. Sono intervenuti i carabinieri che indagano sul caso.

Dalle prime ricostruzioni dei carabinieri sembra che la donna, 52enne, proprietaria del bar, avesse un debito di 8mila euro con l'uomo cui ha sparato, di 63anni, colpito al tronco e al braccio destro. Pare che oggi fosse previsto il pignoramento del locale. La donna ha sparato 4 colpi al culmine di una discussione con il suo creditore, presente all'asta insieme all'ufficiale giudiziario e a 6 partecipanti, in un appartamento poco distante dal suo, dove poi si è recata per rivolgere l'arma, una Flobert 9 mm, contro se stessa. La 52enne è stata portata dal 118 all'ospedale di Rivoli con un codice rosso. Il suo creditore, colpito superficialmente e in modo non grave, dopo essere stato condotto nel nosocomio è stato subito dimesso. La donna, tratta in arresto, è stata poi trasportata all'ospedale 'Le Molinette' di Torino dove dovrà essere sottoposta a intervento chirurgico per l'estrazione del proiettile.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata