Torino, cocaina e marijuana ordinata via whatsapp: 5 arresti
"Vengo a prendere i miei cd", era la frase convenzionale più usata dai consumatori

Le ordinazioni avvenivano tramite telefono, soprattutto con whatsapp, per sfuggire ai controlli dei carabinieri, battere la concorrenza e velocizzare i tempi di consegna. La banda da qualche tempo era diventata il punto di riferimento per l'acquisto di cocaina, hashish e marijuana per molti giovani e persone insospettabili di Leini. I clienti andavano a casa del capo della banda a ritirare la droga. "Vengo a prendere i miei cd", era la frase convenzionale più usata dai consumatori. I carabinieri hanno sgominato la banda, arrestando cinque persone.

I carabinieri di Leinì hanno arrestato un 45enne abitante a Leini, per detenzione di cocaina. Un fabbro incensurato che nella sua officina, in una scatola  contenente dischi levigatori, nascondeva 43 grammi di cocaina in pietra. In macchina dell'uomo e a casa, i militari  hanno sequestrato altri 5 grammi di cocaina. Nell'ambito della stessa indagini, i carabinieri sono riusciti a individuare altre otto componenti del gruppo, quattro arresti e quattro denunce, responsabili, a vario titolo, di detenzione  e spaccio di droga. Sono state sequestrare centinaia di dosi di cocaina, hashish e marijuana.

Il personaggio di spicco del gruppo è un commerciante di 24 anni, abitante a Leinì.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata