Torino, clochard aggredito e dato alle fiamme: fermato un sospettato
E' successo nei giardini pubblici intitolati a Madre Teresa di Calcutta, vicino al fiume Dora

Un senzatetto è stato aggredito e dato alle fiamme ieri sera verso le 21.30 a Torino, nei giardini pubblici intitolati a Madre Teresa di Calcutta, in Corso Vercelli, vicino al fiume Dora. Il clochard, romeno di 60 anni, è stato soccorso dal 118 e portato all'ospedale San Giovanni Bosco, dove è ricoverato in prognosi riservata nel reparto di rianimazione. Sul caso indaga la polizia di Stato. A metà giornata le forze dell'ordine hanno fermato il presunto autore dell'aggressione. Il sospettato, che dovrà rispondere alle domande degli inquirenti, avrebbe versato del liquido infiammabile addosso al senzatetto, per poi dargli fuoco. 

il 60enne potrebbe non conoscere i suoi aggressori. "Sono stati degli sconosciuti", ha detto il senzatetto ai sanitari che lo hanno soccorso. "Presenta ustioni di secondo e terzo grado circoscritte al volto", spiegano i sanitari. Le ustioni interessano anche la gola e le vie respiratorie, motivo per cui il paziente è stato intubato e sedato. "Siamo in contatto con il Centro grandi ustionati di Torino, che però non ha dato indicazioni sul trasferimento. Sarà seguito da loro ambulatoriamente". 

"Credo che le condanne che possiamo fare rischiano di apparire retoriche. C'è il problema di una società smarrita che non ha cultura di base e non sa cos'è la comunità", ha detto il presidente del Piemonte, Sergio Chiamparino, commentando il caso del clochard e aggredito a Torino ieri sera. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata