Thyssen, in appello a.d. condannato a 10 anni, non fu dolo

Torino, 28 feb. (LaPresse) - Non fu omicidio volontario alla Thyssen. La prima sezione della Corte di Assise di Torino, "in parziale riforma della sentenza di primo grado", ha condannato a dieci anni per omicidio non volontario Harald Espehhahn, ex amministratore delegato della Thyssen, che era stato condannato invece a 16 anni e mezzo. "Bastardi, vergognatevi, fate schifo" hanno gridato le madri e i familiari delle vittime. Molti si sono messi a piangere. Sono intervenuti i carabinieri e si è sfiorata la rissa quando un avvocato che per hobby fa "il giornalista" ha gridato alle madri "Adesso basta". I familiari lo hanno rincorso gridando e i carabinieri lo hanno portato fuori.

Il procuratore Raffaele Guariniello, commentando la sentenza, ha detto: "E' un grandissimo risultato comunque, perché siamo riusciti ad ottenere la più grande condanna per morti sul lavoro, anche se non è stato riconosciuto il dolo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata