Terremoto, sfollata: Prendo tranquillanti ma non dormo, penso a casa mia
A 'La vita in diretta' su Rai1 la testimonianza di una vittima del sisma del 24 agosto

"La casa mia e di mio marito è ancora in piedi perché è stata costruita seguendo le norme antisismiche. I vigili del fuoco hanno detto che è agibile, ma siamo stati sfollati comunque perché di fronte alla nostra casa c'è una palazzina molto alta che sta per crollare. Nonostante assuma dei tranquillanti, non riesco a dormire pensando al rischio che corre la mia casa". Questa la testimonianza, a 'La vita in diretta' su Rai1, di una cittadina di Amatrice, sfollata dopo il terremoto dello scorso 24 agosto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata