Terremoto, parola agli architetti: Servirebbero 300 miliardi
Casa Italia "è una grande scommessa", ha dichiarato Renzi durante le consultazioni

Inizia a delinearsi il piano per la ricostruzione Casa Italia. "C'è la stima del Cresme che valuta in un miliardo di metri quadrati gli edifici su cui intervenire e, con una media di 300 euro al metro quadrato, si arriva a 300 miliardi di euro", ha ricordato il presidente degli architetti, Giuseppe Cappochin, dopo l'incontro a Palazzo Chigi, sul progetto. "Il presidente del Consiglio ha detto una cosa molto importante, per la prima volta si parla di concentrare i finanziamenti sui progetti, è esattamente quello che noi sosteniamo da tempo", ha sottolineato Cappochin, il quale ha aggiunto che "nel giro di due settimane" il progetto Casa Italia dovrebbe essere "operativo".

"Dobbiamo immaginare una scommessa non per i prossimi mesi ma per i prossimi anni, un lavoro che non deve dare risultati domattina ma che rappresenti un'opera di vera prevenzione e serietà", ha affermato, a quanto si apprende, il presidente del Consiglio Matteo Renzi aprendo la giornata di consultazioni. Si tratta, ha spiegato Renzi, di "una scommessa infrastrutturale che tenga insieme interventi sulle scuole, bonifiche, banda larga, dissesto idrogeologico, periferie, impianti sportivi, tutto articolato insieme per progetto complessivo che abbia linee guida chiare e una regia di insieme".

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata