Terremoto, il bilancio delle vittime sale ancora: sono 291
Un uomo è morto in ospedale, era rimasto per oltre dieci ore sotto le macerie

Continua a salire il numero delle vittime del terremoto che ha devastato il Centro Italia. A seguito del decesso di un uomo di 77 anni ricoverato all'ospedale di Perugia e proveniente da Arquata il bilancio dei morti è di 291: 230 ad Amatrice, 11 ad Accumoli e 50 ad Arquata del Tronto. La vittima è deceduta nella tarda mattinata di oggi nella struttura di Rianimazione, in seguito ai gravi traumi da schiacciamento. L'uomo, originario di Roma, era rimasto per oltre dieci ore sotto le macerie dell'abitazione dove stava trascorrendo un periodo di vacanza assieme alla propria famiglia. Dopo essere stato soccorso era stato trasferito da Arquata con l'elisoccorso al Santa Maria della Misericordia nella serata di giovedì. Subito dopo la stabilizzazione nella sala rossa del pronto soccorso i medici avevano iniziato le terapie, ma le sue condizioni con il trascorrere dei giorni sono peggiorate. L'anziano è stato assistito dal figlio, anche lui presente in casa durante la scossa, costretto a dividersi tra il nosocomio umbro in cui era ricoverato il padre e quello di Macerata in cui si trova la sorella, anche lei in gravi condizioni per le ferite riportate in seguito al crollo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata