Terremoto, forte scossa di magnitudo 5.9 tra Marche e Umbria
Arriva dopo il sisma delle 19,11 di magnitudo 5,4. La scossa avvertita in Abruzzo, Molise, Lazio e anche in Emilia. Crollate le mura a Castelsantangelo. Un ferito accertato, mentre continuano i soccorsi

Nuova fortissima scossa di magnitudo 5,9 alle ore 21,18 nella zona del primo evento sismico tra Marche e Umbria, epicentro tra Castelsantangelo, Visso, Ussita e Preci. Crolli in vari paesi, feriti a Visso. La forte scossa è stata avvertita anche a Roma da persone che sono uscite dagli edifici."Un altra forte scossa" ha detto a LaPresse un medico di Fermo. Il terremoto è stato sentito in molte regioni, dal Molise all'Emilia. "C'è un solo ferito e due soccorsi in corso", ha sottolineato il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, in un punto stampa dopo il terremoto di questa sera.

PANICO E CROLLI. "Il vicesindaco di Arquata ha commentato così l'effetto delle nuove scosse nel territorio terremotato: 'Caos, gente sconvolta'". Così ha riportato la protezione civile.  "Le mura sono crollate", ha detto il sindaco di Castelsantangelo. "Ci sono stati diversi crolli in tutto il territorio, non ci sarebbero persone ferite, solo due aziani bloccati in casa", ha detto il sindaco di Ussita, uno dei paesi marchigiani colpiti dal terremoto di questa sera, Marco Rinaldi a Rainews24. "Il nostro paese è finito", ha aggiunto.

LEGGI ANCHE Terremoto, sindaco Ussita: Situazione apocalittica, crollate molte case

LA SCOSSA DI 5.4 ALLE 19.11. La precedente scossa era stata di 5.4 gradi. alle 19,11 ed era stata avvertita in tutto il centro Italia, l'epicentro localizzato in provincia di Macerata, a Castelsantangelo sul Nera sui Monti Sibillini, vicino all'Umbria. E' quanto ha reso noto l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. E' stata avvertita a Roma alle 19.11. La scossa è stata avvertita molto forte anche a grande distanza perché l'ipocentro (il punto in cui si verifica materialmente la frattura nella crosta terrestre) è stato molto basso: solo 9 km. Il terremoto è stata avvertito anche in Abruzzo e nel Molise. La scossa è stata sentita distintimente a Rieti, ad Amatrice (crolli in zona rossa, ma non ci sono feriti) e ad Accumoli, centri già devastati dal sisma del 24 agosto scorso. Sono in corso sopralluoghi per una ricognizione di eventuali danni.   "E' stata chiusa la Salaria nel tratto fra Pescara e Arquata del Tronto e non risultano per ora dei feriti". Lo dice a sky tg 24 Filippini dell'ufficio stampa della protezione civile. Evacuata la Farnesina dopo crolli nella sede del ministero degli Esteri: il personale è sceso nel piazzale antistante

"A noi risulta qualche crollo e due feriti a Visso, stiamo verificando le loro condizioni. Stiamo facendo le verifiche del caso le strade sono in parte chiuse ma alcuni soccorritori sono sul posto". Così aveva detto inizialmente il capo della protezione civile Fabrizio Curcio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata