Terremoto, bilancio provvisorio di 38 morti accertati
Scossa di magnitudo 6.0 nella notte, tante le persone ancora sotto le macerie

Dieci vittime accertate nella zona di Arquata e 28 in quella fra Accumuli e Amatrice. E' di 38 morti al momento il bilancio del sisma che nella notte ha colpito Lazio e Marche, secondo quanto ha riferito Immacolata Postiglione, capo dell'ufficio emergenza della Protezione civile. Il Fondo per le emergenze nazionali dispone di 234 milioni che saranno utilizzati per la gestione delle esigenze immediate. Alle 3.36 di questa notte si è registrata una forte scossa di terremoto di magnitudo 6.0 a 4 chilometri dalla superfice e con epicentro ad Accumoli, in provincia di Rieti nel Lazio, a pochi chilometri, equidistante, tra Norcia e Amatrice. "Il numero delle vittime al momento è impossibile farlo perchè le notizie sono frammentarie e non accertate del tutto. Meglio rinviare il bilancio a più tardi", ha spiegato Bruno Frattasi,capo del dipartimento dei vigili del fuoco. Ad Amatrice si registrano i danni più gravi, con il sindaco Sergio Perozzi che racconta prima a Radio Rai e poi al telefono con Sky: "Il paese non c'è più. C'è gente sotto le macerie, temo morti".

LEGGI ANCHE 'Terremoto 6.0 devasta Centro Italia tra Rieti, Ascoli e Perugia VIDEO/FOTO'

LEGGI ANCHE 'Terremoto, bimba di 9 mesi estratta senza vita ad Arquata del Tronto'

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata