Terremoto, Airbnb a costo zero per chi è rimasto senza casa
E' possibile sia chiedere la disponibilità di un alloggio sia offrire lo spazio a disposizione in casa propria

Anche Airbnb, il noto sito per affittare online stanze o case per brevi periodi, partecipa alla gara di solidarietà in favore delle popolazioni colpite dal terremoto. Chi è rimasto senza casa può trovare un alloggio proprio sul portale: tutti i costi del servizio sono annullati per gli interessati, nel periodo che va da ieri fino all'11 di settembre.

Andando su Airbnb è possibile sia chiedere la disponibilità di un alloggio sia offrire lo spazio a disposizione in casa propria a chi ne ha bisogno. Non è una novità per Airbnb: il servizio Risposta Disastro è partito dopo l'uragano Sandy, che colpì New York nel 2012, quando gli 'host' - coloro che mettono in affitto stanze o case sul portale - fornirono il loro aiuto aprendo le porte di casa ai cittadini in difficoltà.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata