Tav, a Torino film su azione penale in Valsusa con Elio Germano
'Archiviato. L'obbligatorietà dell'azione penale' sarà proiettato questa sera in anteprima alla Gam. E' promosso da Antigone e dai Giuristi democratici

Questa sera alle ore 20.30, presso la Galleria d'Arte Moderna di Torino, via Magenta 31, verrà proiettato in anteprima il documentario 'Archiviato. L'obbligatorietà dell'azione penale', opera realizzata con il patrocinio di diverse associazioni: Controsservatorio Valsusa, Antigone - per i diritti e le garanzie del sistema penale, A buon diritto - associazione per le libertà, Associazione Nazionale Giuristi Democratici, L'altro diritto - Centro di documentazione su carcere, devianza e marginalità. Il video, che ha fruito della collaborazione, tra gli altri, di Elio Germano come voce narrante, nasce dall'esigenza di raccontare uno dei molteplici risvolti giudiziari legati alla lotta popolare valsusina.

"L'idea del filmato - spiegano gli organizzatori - nasce dalla constatazione di come gli illeciti commessi da agenti e funzionari di pubblica sicurezza ai danni di manifestanti o fermati, ampiamente documentati dai media, non determinino i medesimi esiti giudiziari di quelli commessi dai manifestanti. Il documentario affronta il delicato tema della tutela giudiziaria delle persone offese dai reati commessi dagli agenti e dai funzionari appartenenti alle varie forze dell'ordine e per farlo si avvale di immagini e documenti, per lo più inediti". Dopo la proiezione ci sarà un dibattito con gli interventi di Marco Revelli, docente universitario e saggista, ed Enrico Zucca, magistrato della Procura Generale Genova; coordina Maurizio Pagliassotti, giornalista e scrittore.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata