Taranto, scoperta evasione fiscale da 5 milioni: 1 denuncia

Taranto, 8 dic. (LaPresse) - Una evasione fiscale per circa 5 milioni. E' quanto accertato dai militari del comando provinciale della guardia di finanza di Taranto, a conclusione di una attività di verifica fiscale condotta nei confronti di una ditta individuale operante nel settore della produzione e vendita di calcestruzzo. I finanziaeri hanno accertato che la medesima ditta, negli anni d'imposta dal 2006 al 2010, ha omesso di dichiarare al fisco una maggiore base imponibile per circa 5 milioni di euro e di versare imposte per circa 2 milioni di euro.

Le fiamme gialle del nucleo di polizia tributaria di Taranto hanno accertato, a seguito dell'indagine condotta nello scorso mese di aprile, l'esistenza di una contabilità parallela allestita a margine di quella ufficiale che consentiva all'imprenditore, nell'esercizio dell'attività commerciale, di non fatturare vendite per oltre 1 milione di euro annui. Ciò permetteva all'azienda di prendere a base un imponibile notevolmente inferiore per la dichiarazione dei redditi.

Nei confronti dell'imprenditore sono state contestate violazioni penali per la presentazione di dichiarazioni infedeli. Le fiamme gialle hanno eseguito, su disposizione del gip presso il tribunale di Taranto un decreto di sequestro preventivo per equivalente riguardante conti correnti bancari ed appartamenti di proprietà dell' imprenditore di Manduria (Ta) per un valore complessivo di circa due milioni di euro corrispondente alle imposte evase.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata