Stupro Jesolo, agente del post choc rischia sanzione disciplinare
Sulla 15enne violentata aveva scritto: "Prima fanno servizietti agli spacciatori e poi piangono perché le stuprano"

"Queste ragazzine pensano di rimediare una canna facendo dei 'servizietti' allo spacciatore. Poi trovano quello che vuole il servizio completo e allora piangono perché le stuprano.. storia vecchia come il mondo". Questo il post choc scritto su Facebook dal poliziotto, Mauro Maistro, sulla 15enne che sarebbe stata violentata a Jesolo nei giorni scorsi. Sul caso, fanno sapere dal ministero dell'Interno, l'amministrazione del Viminale ha trasmesso gli atti agli uffici competenti affinché venga valutato con immediatezza ogni profilo di responsabilità disciplinare. Il ministro Salvini è informato e segue la vicenda. 

A denunciare l'accaduto la giornalista Selvaggia Lucarelli, che sul suo profilo ha condiviso numerosi post scritti dall'agente anche sul caso Cucchi e altre vicende, riguardanti ad esempio i migranti.

 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata