Strangola la fidanzata e va dalla polizia col corpo in auto
Francesco Mazzega, 34 anni della provincia di Pordenone, ha confessato subito dagli agenti. Nadia aveva solo 21 anni

"L'ho strangolata". Ha confessato subito Francesco Mazzega, 34 anni, di Spilimbergo, in provincia di Pordenone, presentandosi al commissariato di polizia con il cadavere della sua fidanzata in macchina. Lei, Nadia Orlando, soli 21 anni di Dignano, nell'Udinese, lavorava come lui nell'azienda specializzata in protesi ortopediche "Lima" di San Daniele del Friuli (Udine).

Stamattina i colleghi li aspettavano al lavoro, alle 9, come ogni mattina. Poi la notizia. Francesco l'ha ammazzata e si è costituiito al Comando della Polizia stradale di Palmanova, Udine. 
La Polstrada e la squadra mobile di Udine stanno portando avanti gli accertamenti. Sul posto anche il pm di turno, Letizia Puppa. 

Secondo gli investigatori del capoluogo friulano, il femminicidio sarebbe avvenuto nella serata di ieri e quindi Mazzega avrebbe viaggiato tutta la notte con la sua utilitaria scura, prima di presentarsi alla polizia stradale a poche decine di metri dal casello autostradale di Palmanova, sulla direttrice Udine-Trieste-Venezia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata