Strage di Bologna, Poletti ricorda Biagi

Bologna, 2 ago (La Presse) - "Nel nostro Paese non c'è stato solo il terrorismo nero, ma per tanti anni abbiamo visto all'opera le Brigate Rosse con le loro follie e le loro tante vittime". Lo ha detto il ministro del Lavoro Giuliano Poletti parlando a Palazzo D'Accursio a Bologna nella prima parte della giornata dedicata alla commemorazione della strage del 2 agosto.

"Anche Bologna - ha aggiunto - è stata colpita dal terrorismo rosso. Io non credo di non poter non ricordare in questo momento Marco Biagi, un uomo mite, un giurista di valore, che ho avuto la fortuna di conoscere e apprezzare personalmente, lavorando con lui, e oggi da ministro del Lavoro continuo ogni giorno a vedere il lavoro che ha fatto, ciò che ha seminato e la sua utilità. E quindi, anche a lui e a tutti quelli che come lui si sono impegnati a sostegno della volontà e della necessità di cambiare questo Paese e hanno pagato così pesantemente va il mio ricordo. Qualche giorno prima di essere colpito, in un convegno qui a Bologna, Biagi diceva 'Ho preparato il Libro bianco sul lavoro perché penso che serva uno strumento per un confronto sereno, per un buon dialogo positivo'. E vedete, purtroppo, come è andata a finire".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata