Stava, 30 anni fa in Trentino morirono 268 persone travolte dal fango

Roma, 19 lug. (LaPresse) - Trent'anni fa, precisamente il 19 luglio 1985, nella Val di Stava, in Trentino, si verificò una delle più grandi tragedie che abbiano colpito la Regione in epoca moderna: 268 persone morirono quando i bacini di decantazione della miniera di Prestavel ruppero gli argini scaricando 160.000 metri cubi di fango sull'abitato di Stava, piccola frazione del comune di Tesero. La massa di fango composta da sabbia, limi e acqua scese a valle a una velocità di quasi 90 chilometri orari spazzando via persone, alberi, abitazioni fino a che non raggiunse la confluenza con il torrente Avisio. I corpi di 13 persone non vennero mai ritrovati.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata