Staminali, ministero Salute: A Brescia trattamento insoddisfacente

Roma, 31 ago. (LaPresse) - Il ministero della Salute e l'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) "ribadiscono la necessità di operare secondo i principi del servizio sanitario nazionale che sono quelli di garantire a tutti i malati le cure e i farmaci di cui siano dimostrate e assicurate la qualità, l'efficacia e la sicurezza". E' quanto scrive il ministero in una nota, commentando il provvedimento del giudice di Venezia, Margherita Bortolaso, che ha stabilito che la piccola Celeste Carrer potrà continuare la cura con le staminali.

"Il trattamento eseguito presso l'azienda ospedaliera Spedali Civili - continua il ministero - di Brescia non soddisfa, in ogni caso, i requisiti previsti dal decreto 5 dicembre 2006 relativo ai trattamenti per terapia cellulare su singolo paziente; non è stato eseguito in base ad alcun metodo scientifico documentato; non vi sono inoltre comprovati dati scientifici sulla sua efficacia".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata