Sri Lanka, Papa: Chiesa qui serve tutti, chiede solo libertà

Roma, 14 gen. (LaPresse) - La Chiesa in Sri Lanka "volentieri e generosamente serve tutti i membri della società. Non fa distinzione di razza, credo, appartenenza tribale, condizione sociale o religione nel servizio che provvede attraverso le sue scuole, ospedali, cliniche e molte altre opere di carità. Essa non chiede altro che la libertà di portare avanti la sua missione". Così Papa Francesco nell'omelia dopo il rito di canonizzazione al parco Galle Face Green di Colombo del primo santo dello Sri Lanka.

"La libertà religiosa - ha aggiunto - è un diritto umano fondamentale. Ogni individuo dev'essere libero, da solo o associato ad altri, di cercare la verità, di esprimere apertamente le sue convinzioni religiose, libero da intimidazioni e da costrizioni esterne".

Bergoglio parlando dei cristiani in Sri Lanka ha aggiunto che "possono essere confermati nella fede e dare un contributo ancora maggiore alla pace, alla giustizia e alla riconciliazione nella società srilankese".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata