Spari Tribunale, Giardiello svenuto mentre parlava con avvocato

Monza, 11 apr. (LaPresse) - Claudio Giardiello, accusato di omicidio plurimo aggravato dalla premeditazione per il blitz in Tribunale a Milano, è svenuto mentre stava parlando con il suo avvocato Nadia Savoca ancora prima di iniziare l'interrogatorio di garanzia. Da quanto si apprende in ambienti giudiziari monzesi, l'avvocato Savoca aveva chiesto di poter esaminare l'ordinanza di arresto e di parlare con il proprio assistito in una stanza del carcere San Quirico di Monza. Dopo pochi minuti Giardiello ha avuto un malore.

PARAMETRI VITALI NELLA NORMA MA STATO CONFUSIONALE. Il medico dell'ospedale lo ha visitato e lo ha sottoposto a un elettrocardiogramma. I parametri vitali erano nella norma e Giardiello non ha alcuna patologia, ma era in stato confusionale, farfugliava e non ha riconosciuto nè i giudici nè il suo avvocato. A quel punto l'immobiliarista è stato trasferito nell'infermeria del carcere e l'interrogatorio di garanzia davanti al gip Patrizia Gallucci è stato spostato ai prossimi giorni. Giardiello, che oggi appariva molto provato, nei prossimi giorni sarà seguito dallo psicologo del carcere. L'uomo, arrestato giovedì, era già sotto sorveglianza 24 ore su 24.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata