Sole e qualche pioggia al sud: il meteo del 4 e 5 dicembre
Cielo sereno su quasi tutta Italia. Precipitazioni, anche temporalesche, sulle zone costiere della Campania, Basilicata, Calabria tirrenica e Sicilia settentrionale

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare per la giornata di lunedì 4 dicembre in Italia.

Nord: tempo stabile e soleggiato su tutte le regioni con addensamenti compatti lungo l'arco alpino centrale, con nevicate sui rilievi confinali al di sopra dei 1200 metri; locali velature sulle restanti regioni centro-orientali, sereno o poco nuvoloso altrove.

Centro e Sardegna: ancora molte nubi al mattino su Lazio centromeridionale, Umbria, Abruzzo e Marche meridionali, con al più qualche isolato debole piovasco; sereno o poco nuvoloso sulle rimanenti regioni. Dal pomeriggio generale graduale diradamento della nuvolosità con isolate e residuali piogge sulla Sardegna occidentale e coste abruzzesi dove annuvolamenti anche compatti persisteranno fino a sera.

Sud e Sicilia: cielo molto nuvoloso con precipitazioni da sparse a diffuse, anche temporalesche, sulle zone costiere della Campania, Basilicata, Calabria tirrenica e Sicilia settentrionale. Più isolati i fenomeni risulteranno su coste molisane e su Puglia. Dal tardo pomeriggio tendenza a graduale miglioramento seppur con piogge o locali temporali presenti su Sicilia e tirrenica e Calabria. Ampi rasserenamenti interesseranno la Campania ed il Molise.

Temperature: minime in aumento sulle aree alpine di confine e sulle due isole maggiori, in generale diminuzione altrove; massime in rialzo al centro nord con valori decisamente più elevati sulle zone alpine ed appenniniche; in diminuzione al sud e Sicilia settentrionale. Venti: deboli variabili al nord; di provenienza settentrionale sul resto del paese con intensità generalmente moderata ma con decisi rinforzi su Sardegna, Sicilia, e dal pomeriggio su Molise, Puglia ed aree ioniche. Mari: da molto mossi ad agitati mare e canale di Sardegna e stretto di Sicilia; da mossi a molto mossi i restanti mati centro meridionali; da poco mossi a mossi mar Ligure ed alto Adriatico.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata