Soldi dei clan, sequestrati a imprenditore beni per 50 milioni di euro

Centinaia di immobili, compresi ville con piscine, alberghi, scuderie ippiche e stabilimenti balneari sono stati sequestrati dalla squadra mobile di Napoli e Firenze, assieme al Gico della Guardia di Finanza. Si tratta di beni del valore complessivo di circa 50 milioni di euro riconducibili a un imprenditore, Carmine Maisto, indagato per associazione di tipo mafioso, bancarotta fraudolenta e trasferimento fraudolento di valori. Secondo le indagini della Direzione distrettuale antimafia della procura partenopea l'uomo avrebbe costituito una vera e propria holding criminale, grazie ai legami con esponenti di spicco del clan camorristico Mallardo, con lo scopo di riciclare i proventi illeciti del gruppo giuglianese. I sequestri preventivi riguardano 112 immobili, 15 società, numerosi conti correnti e anche 4 auto di lusso e orologi di pregio.