Smog, a Roma superato limite Pm10 anche con targhe alterne
Secondo giorno di misure contro l'inquinamento nella Capitale, ma le polveri sottili rimangono alte

Nuova giornata  di targhe alterne a Roma per contrastare i livelli elevati di polveri sottili. Oggi lo stop, dalle 7.30 di questa mattina fino alle 12.30 e dalle 16.30 alle 20.30, nella  cosiddetta Fascia Verde, riguarda i veicoli con targa pari. Via libera invece per i veicoli meno inquinanti: le auto a metano, gpl, ibride, euro 6, ciclomotori due ruote quattro tempi euro 2 e motocicli quattro tempi euro 3. Sono stati 2.277 i controlli effettuati dalla polizia locale di Roma Capitale fino alle 19 di ieri, quando il divieto di circolazione riguardava le targhe dispari, con 232 sanzioni elevate. E i controlli, assicura il profilo Twitter dei vigili urbani, proseguiranno per l'intera giornata di oggi. Continuano inoltre gli incentivi alla mobilità sui mezzi pubblici.

Nonostante la misura, le polveri sottili sono ancora alte a Roma. Secondo i dati forniti dall'Arpa Lazio infatti in 11 centraline a Roma è stato superato il limite delle polveri sottili. A fronte di un limite di legge per le pm10 di 50 ug/m3, si sono registrati valori di 67 a Preneste, 58 a Francia, 56 Magna Grecia, addirittura 92 a Cinecitta', 53 persino a Villa Ada, 66 a Cavaliere, 51 Fermi, 59 Bufalotta, 57 Cipro, 76 Tiburtina, 58 Arenula.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata