Slow Food, ecco i numeri di 'Cheese 2015': l'evento in cifre

Bra (Cuneo), 16 giu. (LaPresse) - Trentasei degustazioni guidate alla scoperta della biodiversità casearia, attività dedicate alle scuole e alle famiglie, un Master of Food pensato per gli under 30, sugli abbinamenti tra formaggi e birre artigianali, una vetrina di 20 formaggi spagnoli, 700 etichette di vini selezionati, 4 giorni di festa e sapori. Questo e molto altro realizzato con un budget di un milione e 800mila euro, "coperto - informa Slow Food, che organizza l'evento con la Città di Bra - per meno di un terzo da contributi pubblici e il resto dalle attività di Slow Food". Sono questi i numeri di Cheese 2015, evento dedicato al formaggio e alle forme del latte, che torna a Bra, patria di Slow Food, dal 18 al 21 settembre.

Tema dell'edizione 2015, dopo quella del 2013 sull''Arca del Gusto' nei 5 continenti, che ha registrato 250mila presenze di pubblico, quest'anno, l'anno di Expo, è 'Alle sorgenti del latte, per nutrire il pianeta', con un focus sul ruolo della montagna e sulle storie dei giovani che - sottolineano gli organizzatori - "hanno scelto di vivere e lavorare tra le vette, le valli e gli alpeggi per cambiare vita e ripercorrere le orme dei loro avi".

"I costi della manifestazione - spiegano gli organizzatori - per più di 2/3 sono coperti dalle attività stesse di Slow Food, quali spazi espositivi, sponsorizzazioni e attività per il pubblico".

Tornano quindi a Bra, nel cuneese, a settembre le degustazioni guidate dei Laboratori del Gusto, 36 appuntamenti per conoscere il mondo della biodiversità casearia e non solo; gli Appuntamenti a Tavola, occasione per incontrare alcuni tra i migliori chef del panorama nazionale e internazionale e assaggiare le loro specialità; gli incontri curati da Slow Food Educazione, con le attività dedicate alle scuole e alle famiglie e un Master of Food pensato per gli under 30, alla scoperta degli abbinamenti tra formaggi e birre artigianali. Poi approfondimenti, grazie alle Conferenze su tematiche legate alla filiera lattiero-casearia, alle presentazioni dei libri firmati dalla Chiocciola e alla lettura quotidiana dei giornali. Torna dal 18 al 21 settembre con l'evento dedicato ai formaggi anche la Casa della Biodiversità che, oltre agli incontri con i produttori, propone un'esposizione di prodotti"

È la Spagna il paese ospite di questa edizione di Cheese. E gli affinatori Jesus Pombo Lanza e Enrique Ojanguren oggi, all'evento lancio di Cheese 2015, tenutosi a Bra, alla presenza fra gli altri di Carlo Petrini, presidente di Slow Food, hanno presentato la loro realtà casearia, evidenziandone tipicità e caratteristiche: "Produciamo - hanno spiegato - formaggi buonissimi ma spesso sconosciuti agli stessi spagnoli. C'è ancora molto da lavorare per farli apprezzare dai consumatori nazionali e internazionali". "Venite ad assaggiarli a Cheese" a Bra dal 18 al 21 settembre, è il loro invito.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata