Sisma L'Aquila, ingegnere assolto per crollo dove perse figlia
Diego De Angelis a 'Estate in diretta': Un destino feroce, è stato un calvario

“Il destino è stato feroce, e non solo con me. Sono credente, ma sono arrabbiatissimo col Padre eterno per aver preso lei invece di me. Soffro ancora per lei e le altre 16 vittime di quel crollo”. Così a 'Estate in diretta' su Rai1 Diego De Angelis, ingegnere accusato di disastro e omicidio colposo per il crollo di un edificio nella notte tra il 5 e il 6 aprile 2009 quando ci fu il terremoto a L'Aquila. De Angelis, che nel crollo ha perso anche la figlia Jenny, dopo 7 anni è stato assolto. “Ho riacquistato un po' di fiducia nella giustizia, è stato un calvario”, ha spiegato a proposito della vicenda processuale che lo ha coinvolto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata