Siria, Comunità islamica ligure: Delnevo indossava turbante e tunica

Genova, 18 giu. (LaPresse) - "Ho riconosciuto Giuliano dalla foto, e mi sono ricordato di lui. Non lo conoscevo personalmente e non avevo rapporti con lui, ma l'ho visto in un paio di occasioni a feste di fine ramadam al Porto antico di Genova. Il particolare che rammento è che indossava una tunica lunga e un turbante, abiti tradizionali". Lo ha detto Salah Hussein, segretario della comunità islamica della Liguria, ricordando il 20enne Giuliano Ibrahim Delnevo, il genovese morto nei combattimenti in Siria, schierato nelle fila dei ribelli.

"Il giovane - spiega Hussein - non aveva seguito un tradizionale percorso di formazione religiosa" per la sua conversione all'Islam. Per Hussein "il fenomeno degli islamici europei e italiani che vanno in Siria o in altre aree dell' Asia dove ci sono conflitti non è diffuso". "Se avesse una dimensione significativa - aggiunge il segretario della comunità islamica della Liguria - ce ne saremmo accorti. Si tratta comunque, a mio parere, nei casi in cui si verifica, di singole e forti scelte di vita personali".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata