Siracusa: appalti e tangenti, arrestato il sindaco di Melilli

È accusato di una serie di reati contro la pubblica amministrazione, tra i quali anche la corruzione, Giuseppe Carta, sindaco di Melilli, in provincia di Siracusa, finito ai domiciliari nell'ambito di un'indagine che vede coinvolti diversi amministratori, dipendenti pubblici e imprenditori. Divieto di dimora imposto invece a un altro primo cittadino, quello di Francofonte, Daniele Lentini. Secondo le accuse Carta e l'ex assessore comunale di Melilli Sebastiano Elia, anche lui ai domiciliari, avrebbero gestito in modo arbitrario le procedure per l'affidamento di lavori e servizi comunali a privati.