Sindaca di Corleone: Ci siamo liberati di Provenzano, è una festa
Posizione netta di Leoluchina Savona: "Contraria ai funerali pubblici"

"La morte di Provenzano? Una grande liberazione per la nostra città, più del 25 aprile. Per Corleone è un giorno di festa". Così Leoluchina Savona, sindaca di Corleone, commenta la morte del boss dei boss all'ospedale San Carlo di Milano, dove era detenuto in regime di 41 bis. La sindaca Savona si dichiara "contraria ai funerali pubblici" per il boss, e spiega: "La famiglia privatamente quello che vuole fare farà. Ma io mi opporrò a qualsiasi tipo di cerimonia pubblica a Corleone". "Ci siamo liberati di un personaggio che, visti i fatti di cronaca, era una presenza molto ingombrante per Corleone - aggiunge ancora -. Bernardo Provenzano era un mafioso, e la sua morte sarà seguita da quella delle persone che come lui hanno fatto del male alla nostra terra, personaggi di cui non si può fare altro che parlarne male perchè con le loro azioni hanno distrutto l'onestà, che col tempo abbiamo riacquistato. Oggi per Corleone non è un giorno di lutto ma un giorno di festa".

LEGGI ANCHE 'Mafia, morto il boss dei boss Provenzano: era stato catturato nel 2006 dopo 43 anni'

LEGGI ANCHE Poliziotto Catturandi: Arrestammo un fantasma

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata